I Vantaggi

  • RISPARMIO ECONOMICO

Se percorri meno di 5000 km all’anno, il risparmio è assicurato!
Il car sharing ti consente infatti di evitare tutti i costi fissi che la proprietà di un’auto comporta (quali, oltre al relativo acquisto ed inevitabile deprezzamento annuo, il pagamento di bollo, assicurazione, revisione obbligatoria,  manutenzione periodica, pulizia e - specie  se risiedi a Venezia - il canone per il posto auto!) e di proporzionare quindi di volta in volta il costo dei tuoi  spostamenti alle tue effettive necessità.
L’aspetto forse più persuasivo per l’utenza rimane ancora probabilmente il tangibile vantaggio economico che i clienti stessi traggono dal servizio.
Esso è volto, infatti, proprio a soddisfare le esigenze di chi, pur non volendo rinunciare alla comodità di possedere un’auto propria, tuttavia  - per l’utilizzo che ne intende effettuare  – reputa assai poco conveniente far fronte a tutte le incombenze ed i costi che ne conseguirebbero:
a) assicurazione
b) bollo
c) manutenzione
d) pulizia
e) eventuale affitto del garage, etc.)
+ senza pensa pensare al deprezzamento che un’autovettura subisce per il semplice trascorrere del tempo.

Si è individuata – come stima del parametro per la valutazione del vantaggio economico della scelta del singolo di aderire o meno all’iniziativa – la soglia dei 5.000 km annui percorsi, al di sotto della quale la convenienza è assicurata. 
Il sistema consente di trasformare tutti i costi fissi di un’automobile in costi variabili, ovvero proporzionali all’utilizzo effettivo – non solo in termini di chilometri - ma anche di tempo. Per percepirne la portata pensiamo anche solo alle diseconomie che può generare la gestione di una flotta aziendale sottoutilizzata rispetto al parametro più sopra indicato. 
I soci di un’associazione di car sharing utilizzano, quindi, l’automobile per così dire “meno e meglio”, ovvero solo quando essa sia davvero l’alternativa di trasporto migliore per una specifica esigenza di spostamento. 
Dall’osservazione del comportamento di viaggio degli utenti del servizio nelle diverse associazioni europee, risulta che le loro scelte si orientano verso una gamma più ampia di mezzi di trasporto, in particolare sono utenti regolari dei trasporti pubblici, sia urbani che extraurbani e ricorrono al taxi in misura molto maggiore di chi possiede invece un mezzo proprio. 
L’uso di un’auto collettiva – specialmente se non associato al possesso di un veicolo privato – impegna l’utente a programmare razionalmente i propri spostamenti cercando oltretutto di minimizzare i chilometri da percorrere.

 

  • MAGGIOR TEMPO LIBERO

Aderendo al car sharing, già si è detto, non dovrai più far fronte a tutte le incombenze che l’auto di proprietà comporta con evidente risparmio anche di tempo (oltre quindi che di denaro!)  Senza contare il beneficio di non dover più monitorare nemmeno eventuali scadenze.

 

  • FLESSIBILITA’ 

Puoi scegliere ogni volta l’auto più confacente le tue specifiche esigenze di spostamento del momento, scegliendo tra una gamma di autovetture sempre più variegata (per sapere quali autovetture sono a attualmente a disposizione si consulti la sezione “LA FLOTTA”)

 

  • AGEVOLAZIONI NEL TRANSITO E NELLA SOSTA:

Nell’ambito del territorio del Comune di Venezia puoi:
transitare e sostare nell’ambito delle “Aree a traffico limitato”;
utilizzare le corsie preferenziali e/o corsie riservate;
sostare gratuitamente negli stalli a pagamento (c.d. “strisce blu”) e nei parcheggi gestiti da A.V.M. S.p.A.;
 circolare liberamente nei giorni a “targhe alterne”, di “blocco totale del traffico” e durante le c.d. “giornate ecologiche”.

  • INTEROPERABILITA’ CON ALTRE CITTA’

Chiedendo l’attivazione dell’interoperabilità è possibile utilizzare il servizio anche presso le altre Città italiane aderenti all’iniziativa senza necessità di sottoscrivere un ulteriore contratto (troveranno automaticamente applicazione le norme regolamentari e tariffe del Gestore ospitante). 

  • BENEFICI AMBIENTALI

Anche a chi non ha un animo particolarmente sensibile alle problematiche ambientali farà senz’altro piacere sapere qual è la vera finalità del servizio e quindi in che modo aderendo all’iniziativa è possibile contribuire a rendere la Città più vivibile:
La riduzione dei veicoli privati (conseguente all’utilizzo di una flotta in condivisione, che implica una razionalizzazione degli spostamenti) comporta:
riduzione dei consumi energetici e dell’inquinamento  atmosferico (non solo perché le autovetture sono tutte di ultima generazione e continuamente monitorate, ma soprattutto perché chi utilizza il car sharing tende a programmare in modo più razionale i propri spostamenti)
Decongestionamento del traffico cittadino; 
Riduzione della presenza di vetture private che stazionano stabilmente sul suolo pubblico (precludendone utilizzi più pregiati).