CAR SHARING - INSTRUCTIONS

MODALITA’ PRENOTAZIONE
Si rinvia integralmente all’art. “MODALITA’ DI PRENOTAZIONE” del regolamento (pag.1).
Dal presente sito puoi scaricare l’ App ufficiale di ICS per effettuare la prenotazione delle auto car sharing (disponile nella versione per smartphone Android e Iphone/Ipad Apple).

PRELIEVO ED UTILZZO DELLA MACCHINA
Prenotata l’auto, una volta giunti nel luogo di prelievo:
- verificare lo stato della carrozzeria (segnalando al call center eventuali danni od anomalie);
- porre la tessera di fronte al lettore smart card situato sul cristallo anteriore (parabrezza) dell'auto.

L'auto si aprirà automaticamente e sarà pronta per l'uso (l’utilizzo – fatta eccezione per la fase di prelievo e di rilascio definitivo – è il medesimo di una qualsiasi autovettura di proprietà).
Le vetture prenotate potranno essere prelevate nell’intero arco delle 24 ore, compatibilmente con gli orari di apertura e chiusura dei parcheggi convenzionati.
Se durante il tragitto ci si rende conto di un possibile ritardo nella restituzione, si deve avvertire tempestivamente il call center (vedasi regolamento).
In caso di rilascio anticipato della vettura non sarà necessario avvisare il call center e si avrà comunque diritto ad uno sconto del 75% della tariffa oraria applicata sul tempo che intercorre dal momento del rilascio fino al termine della prenotazione.

FERMATE INTERMEDIE
In caso di sosta provvisoria, l'auto viene utilizzata come una normale vettura privata e chiusa con la chiave.

RICONSEGNA DELLA VETTURA
Arrivati a destinazione, dopo aver parcheggiato l'auto (con cura, negli appositi stalli o dove eventualmente indicato dal personale addetto alla custodia) bisogna selezionare sul board computer il tasto “rilascio” direttamente sul display dell’apparecchiatura e confermare l’operazione con il tasto “SI”.
Nell’eventualità tutti gli stalli autorizzati per il prelievo/rilascio dei mezzi adibiti al servizio di car sharing risultassero occupati, occorre obbligatoriamente contattare il call center per farsi indicare il luogo di rilascio alternativo o semplicemente per comunicare quello già individuato (il rispetto di tale norma permetterà sempre a tutti gli utilizzatori di trovare rapidamente la vettura loro assegnata).
La chiave deve essere riposta in modo ben visibile all’interno dell’auto e tutti gli oggetti personali e gli accessori devono essere asportati dalla vettura (Gli accessori vanno richiesti/consegnati presso uffici cassa dell’Autorimessa Comunale di p.le Roma e del parcheggio di p.le Candiani a Mestre).
Chiudere accuratamente tutte le portiere ed il portabagagli. Verificato lo spegnimento delle luci di cortesia e dei fari esterni, avvicinare la tessera al lettore sul parabrezza ed assicurarsi che scatti la chiusura centralizzata.
Sarà una voce registrata a guidarVi passo passo in tutte le verifiche da effettuare prima di concludere l’operazione).

IN CASO DI NECESSITA'
Per tutte le chiamate di emergenza (assistenza, recupero auto, polizia, ambulanza) – nell’ipotesi il cliente sia ancora a bordo del veicolo funzionante digitare sul display del board computer il tasto ”chiama”, selezionando poi - nella schermata successiva – la tipologia di richiesta che si intende inoltrare. Scegliere tra Emergenza, informazioni, oppure selezionare il tasto “annulla” nel caso si voglia interrompere la connessione. A conversazione ultimata premere il tasto chiudi.
Il call center è preposto a fornire tutte le indicazioni necessarie per una buona fruizione del servizio e ad accogliere eventuali reclami e/o consigli per migliorarlo.

MODALITÀ RIFORNIMENTO CARBURANTE
1) RIFORNIMENTO DI VETTURE A BENZINA PRESSO DISTRIBUTORI CONVENZIONATI ABILITATI AD ACCETTARE L’APPOSITA CARD (c.d. CARTA DI PAGAMENTO CARBURANTI)
La carta di pagamento carburanti è una scheda con microchip da utilizzare per il rifornimento presso tutti i distributori abilitati delle catene ENI; il gestore è in grado di dirle se può accettare la carta di pagamento carburanti. Se il distributore può accettare la carta, è obbligatorio utilizzarla.
La carta di pagamento carburanti si trova in una busta dentro ogni vettura a benzina (non vale, infatti, per il metano); per mezzo del microchip, la carta è legata al numero di targa della vettura. Ad essa corrisponde un P.I.N., il quale è allegato alla carta e contenuto nella medesima busta all'interno della vettura.
Al momento del pagamento del rifornimento, è sufficiente consegnare al gestore dell'impianto la carta e digitare il P.I.N. Avvenuta la transazione, non è naturalmente necessario pagare poiché la spesa sarà addebitata direttamente ad A.V.M. Il gestore dell’impianto, in ogni caso, rilascerà uno scontrino o un voucher a convalida del prodotto somministrato; tale scontrino o voucher dovrà essere conservato assieme alla card.
Una volta utilizzata, la carta va riposta nella busta all'interno della vettura, e collocata nella medesima posizione in cui era stata trovata; per nessun motivo è ammesso portare via la carta dall'interno della vettura. 

LA CARTA NON PUO’ ESSERE UTILIZZATA PRESSO DISTRIBUTORI AUTOMATICI SELF SERVICE
Per ogni altra informazione rispetto all'utilizzo della carta di pagamento carburanti, può rivolgersi agli uffici di A.V.M. (tel. 041/2727303 dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 15:00 o direttamente al call center. 
2) RIFORNIMENTO DI VETTURE A BENZINA PRESSO ALTRI DISTRIBUTORI
Qualora il distributore non fosse abilitato ad accettare la carta di pagamento carburanti, è necessario compilare la scheda carburanti.
La scheda carburanti è un blocchetto di fogli prestampati, anch'esso collocato all'interno della vettura, nel quale, al momento del rifornimento, è necessario indicare, nel primo degli spazi liberi, la data del rifornimento, il tipo di prodotto acquistato, la quantità, il prezzo e la firma e il timbro del gestore dell'impianto.
La compilazione è in ogni caso a cura del gestore dell’impianto, al quale va pertanto consegnata la scheda al momento del pagamento.
E' necessario, naturalmente, provvedere al pagamento. 

Al gestore dell’impianto, oltre alla compilazione della scheda, deve essere richiesto di rilasciare uno scontrino od una ricevuta non fiscale, in quanto è con quest'ultimo documento che è necessario presentarsi, entro 15 gg. dal rifornimento, presso le casse dell’Autorimessa Comunale o del parcheggio di p.le Candiani a Mestre per richiedere il rimborso . Oltre tale termine non verrà eseguito alcun rimborso. Per nessun motivo è ammesso rimuovere la scheda carburanti dall'interno della vettura.
Il rimborso avviene secondo le modalità di cui all’art. “liquidazione rimborsi spese anticipate dal cliente” del regolamento attualmente in vigore.
L’entità del rimborso è data dalla somma degli importi degli scontrini o ricevute nonché dei giustificativi presentati il cui ammontare deve necessariamente corrispondere alle singole annotazioni effettuate di volta in volta sulle schede carburanti (non asportabili dal veicolo).

3) RIFORNIMENTO DI VETTURE A METANO
In questo caso valgono le stesse regole indicate al punto 2), presso qualsiasi distributore. Per il metano, infatti, non è mai possibile utilizzare la carta di pagamento carburanti, ed è pertanto necessario far compilare la scheda carburanti, pagare, farsi rilasciare lo scontrino e presentarsi per la richiesta di rimborso all’ufficio presso le casse dell’Autorimessa Comunale o del parcheggio di p.le Candiani a Mestre.
Solo presso il distributore Autometano sas di via Bottenigo a Maghera (VE) è possibile effettuare il rifornimento di metano senza dover anticipare denaro (nel caso il cliente si rifornisca presso tale distributore dovrà ricordarsi di chiedere al Gestore dell’impianto di compilare e timbrare la carta carburante e di farsi consegnare lo scontrino a convalida del prodotto somministrato; tale scontrino dovrà essere come di consueto consegnato presso le casse dell’Autorimessa Comunale e del parcheggio di p.le Candiani a Mestre alla prima occasione utile).

4) RIFORNIMENTO PRESSO IMPIANTI APERTI SOLO SELF SERVICE
In via del tutto residuale - accertata preventivamente la possibilità di ottenere una ricevuta dell’avvenuto rifornimento - è possibile utilizzare anche impianti self service. In questa eventualità, che è comunque preferibile evitare, è dunque necessario richiedere, selezionando l'apposita funzione dell'impianto automatico, l'emissione della ricevuta all'atto dell'erogazione del carburante ed avvisare il Call Center dell’avvenuto rifornimento. Con essa occorre presentarsi entro 15 gg. presso le casse dell’Autorimessa Comunale o del parcheggio di p.le Candiani a Mestre per richiedere il rimborso.
Non possono essere effettuati rimborsi di alcun genere senza pezze giustificative.
Tutti i rifornimenti presso distributori aperti e presidiati devono essere effettuati a pieno serbatoio.
L’effettuazione del pieno di carburante ad opera del Cliente [per un importo minimo di € 15,00 per le vetture a benzina (€ 10,00 per le Opel Zafira) ed € 5,00 per le vetture a metano] dà luogo ad uno sconto sull’importo della fattura emessa nel corso del mese successivo alla data del rifornimento pari ad € 2,00 + i.v.a. per le autovetture a benzina ed € 5,00 + i.v.a. per le auto a metano, previa presentazione delle pezze giustificative e compilazione dell’apposito “modulo rimborso/sconto” reperibile presso le casse dell’Autorimessa Comunale e del parcheggio di p.le Candiani a Mestre.
Tali incentivi non saranno erogati qualora il cliente non presenti il modulo giustificativo di spesa debitamente compilato
La preghiamo di attenersi alle istruzioni impartite, e ci scusiamo anticipatamente per il disagio che ciò Le potrà provocare, precisando che abbiamo tentato di ridurre al minimo le attenzioni che Le chiediamo di avere. Tali attenzioni sono, tuttavia, in sintonia con lo spirito del car sharing, ossia di "auto condivisa", che richiama ad un atteggiamento di cooperazione nella gestione della vettura e del sistema, tanto con gli altri utilizzatori, quanto con il soggetto gestore.

AGEVOLAZIONI
Con l’evidente obiettivo di incentivare ulteriormente l’utilizzo del “car sharing” quale “sistema di integrazione del trasporto pubblico urbano”, l’Amministrazione Comunale di Venezia consente alle vetture adibite al servizio - nell’ambito del territorio comunale - di :
a) Transitare e sostare nell’ambito delle “Aree a traffico limitato”;
b) Utilizzare le corsie preferenziali e/o corsie riservate nell’ambito del territorio comunale (vedasi documentazione contenuta all’interno del veicolo);
c) Sostare gratuitamente negli stalli a pagamento (c.d. “strisce blu”).
d) circolare liberamente nei giorni a “targhe alterne”, di “blocco totale del traffico” e durante le c.d. “giornate ecologiche”.